Supply chain

La crescente importanza degli aspetti sociali e ambientali relativi alla Supply Chain ha portato Ansaldo STS a formulare nuovi criteri di valutazione e monitoraggio dei propri fornitori e alla definizione di un piano di intervento finalizzato a contribuire al miglioramento della loro sostenibilità.

Rendicontazione degli impegni presi

NEL 2014 ABBIAMO DETTONEL 2015 ABBIAMO FATTO
SUPPLY CHAIN
  • Analisi degli output connessi al progetto TenP sulla sostenibilità dei fornitori e definizione di un piano d’intervento finalizzato al miglioramento della sostenibilità
  • Ansaldo STS ha selezionato e invitato a partecipare un numero accreditato di fornitori al sondaggio on line sui temi della sostenibilità riguardanti: il rispetto dei diritti umani, le condizioni di lavoro, l’ambiente e la lotta alla corruzione.
    Verrà nuovamente sollecitata la loro partecipazione per procedere all’analisi degli output e alla definizione un piano d’intervento finalizzato al miglioramento della sostenibilità
  • Estendere all’Italia la sperimentazione avviata in Francia riguardate la creazione automatica e l’invio del report di rating dei fornitori
  • L’attività è stata rinviata per effetto dell’implementazione della nuova struttura organizzativa di Ansaldo STS
    • Aggiornamento e pubblicazione delle condizioni generali di acquisto per beni e servizi per l’Italia con inserimento delle clausole sanzionatorie per mancato rispetto del Codice Etico
    • Sono stati preparati testo e linee guida pronti per l’approvazione finale e la successiva emissione
    • Armonizzazione delle condizioni generali del contratto di fornitura previa valutazione dello stato attuale nelle varie Legal Entity di Ansaldo STS e delle best practices internazionali.
    • Il processo di armonizzazione delle condizioni generali di fornitura è cominciato e proseguirà nel 2016

    Gestione della Supply Chain